Social

iten
  • 1.jpg
  • 2.jpg
  • 3.jpg
  • 4.jpg

E lo chiamano amore...

ll progetto

L'obiettivo di questo progetto è riconoscere pregiudizi, comportamenti e stereotipi sessisti per andare verso la prevenzione e la costruzione di una cultura con un messaggio di non-violenza, attraverso attività di vario genere come il teatro, la creazione di video e giochi-esercizi - attività che hanno come denominatore il concetto di "conoscere attraverso il fare".
I primi interlocutori di “E lo chiamano amore” sono studenti, insegnanti e famiglie.
Il progetto è coordinato dalla Provincia di Grosseto, in partnership con le Provincie di Arezzo e Siena insieme ai partner Circolo Baobab di Arezzo, Associazione Pronto Donna Centro Antiviolenza, Consigliera di parità della provincia di Arezzo e Siena, Azienda ASL Toscana Sud-Est, Ufficio scolastico Territoriale di Siena e Arezzo, Associazione Amica Donna, Associazione Donne Insieme Valdelsa, Associazione Donna Amiata Valdorcia, Associazione P. A. Humanitas Roselle Istia Batignano, Associazione culturale “Storie di cinema”, Associazione Accademia Amiata Mutamenti, Associazione Art & Crafts e Associazione Olympia de Gouges Onlus.

Per approfondire