Social

iten
  • 1.jpg
  • 2.jpg
  • 3.jpg
  • 4.jpg

Autoscuole

La Provincia vigila, dal punto di vista amministrativo e tecnico, sull’attività delle autoscuole e dei centri di istruzione automobilistica. In particolare l'amministrazione provinciale si occupa di raccogliere e controllare i requisiti, previsti dalla normativa, delle segnalazioni certificate di inizio attività (SCIA) presentate dalle persone fisiche o giuridiche che intendono svolgere attività di autoscuola.
Gli interessati oltre alla documentazione già richiesta in ogni modello scaricabile, dovranno effettuare un versamento per Diritti di segreteria con la seguente causale "Provincia di Siena – Sanzioni TPL e diritti D. Lgs. 112/98" sul conto corrente postale n.10662534 di 50 euro per apertura, variazione, integrazione e chiusura di autoscuola o di 100 euro per apertura, variazione, integrazione e chiusura di consorzio di autoscuole.

NUOVA PROCEDURA PER LA DIMOSTRAZIONE ANTIMAFIA  -  COMUNICAZIONI
Con l’introduzione del D. Lgs 06 Settembre 2011, n. 159 (pubblicato in G.U. Serie Generale n. 226 del 28.09.2011) e con il D. Lgs 15 novembre 2012, n. 218, dalla data del 13.02.2013, è entrata in vigore la nuova legislazione c.d. “Antimafia”, comportando una diversa procedura di documentazione Antimafia.
In particolare è stato disposto che l’autocertificazione della c.d. “Antimafia” possa essere sottoscritta solo per le attività economiche intraprese in regime di (SCIA) segnalazione certificata di inizio attività.
La stessa autocertificazione può altresì essere prodotta per i casi in cui si debba procedere al rinnovo di provvedimenti già disposti.
Per tutti gli altri casi in cui deve essere richiesta una nuova autorizzazionelicenza e/o il rilascio di titoli professionali occorrenti per svolgere attività economiche ed imprenditoriali, non è più ammessa l’autocertificazione, bensì deve essere richiesta dall’Ufficio competente la “comunicazione antimafia” all’Ufficio Territoriale del Governo (Prefettura); la stessa Prefettura ha 45 giorni di tempo per produrre la comunicazione all’Ente che lo ha richiesto.
Pertanto i tempi di rilascio delle autorizzazioni, licenze e/o titoli professionali occorrenti per svolgere attività economiche ed imprenditoriali da parte della Provincia discendono dai tempi occorrenti alla Prefettura per l’invio della predetta comunicazione.

Incremento imposta di bollo (Legge 24.6.2013 n. 71)
Modificato importo dell'imposta di bollo da 14,62 a 16,00 euro, con decorrenza 26.6.2013, per effetto della legge 24.6.2013, n. 71 di conversione del DL 26.4.2013, n. 43.

 

Contatti

Stanghini Luca

 

La Modulistica

Tesserino per insegnante e/o istruttore

Conversione di abilitazione di istruttore di guida da militare a civile

Domanda_inserimento - distoglimento automezzo autoscuola

SCIA per inizio attività di autoscuola

SCIA per prosecuzione provvisoria attività

SCIA per sospensione attività

SCIA per trasferimento complesso aziendale

SCIA per trasferimento sede autoscuola

SCIA per variazione denominazione

SCIA per variazione societaria autoscuola

SCIA per cessata attività autoscuola

SCIA per ingresso reclusione e subentro nuovi soci

SCIA apertura sede secondaria per attività di autoscuola

Domanda per estensione insegnamento

Dichiarazione sostitutiva della certificazione penale

Dichiarazione atto notorio

Diritti di segreteria

Dichiarazione pluralità di collaborazioni per insegnante e o istruttore autoscuole

Le autoscuole in provincia di Siena

Elenco autoscuole operative nella Provincia di Siena


Esami d'idoneità per insegnanti e istruttori di autoscuole

Per poter svolgere le funzioni di insegnanti di teoria e/o di istruttori di guida, presso le autoscuole, occorre superare un esame di abilitazione, con apposito bando promosso dalla Provincia, che si svolge due volte all'anno, indicativamente nei mesi di giugno e dicembre. L’esame è riservato ai residenti nei Comuni della provincia di Siena o a coloro che svolgono un’attività lavorativa sul territorio senese. Chi vuole aprire una nuova autoscuola, oltre a possedere i locali e il parco veicolare, dovrà possedere le due abilitazioni ed avere maturato un’esperienza biennale nell’ultimo quinquennio.