Sei in: Home > News > Riapre il bypass sul Paglia: la viabilità sulla Cassia scorre di nuovo
CAMPAGNE Campagna di sicurezza stradale per la prevenzione degli incidenti causati da fauna selvatica redArrowVedi tutte
TEMI Francigena Mobilità dolce redArrowVedi tutti
Vetrina Immobiliare
SIT - Sistema informativo territoriale
Nuovo PTCP vigente
Centri per l'impiego
Riapre il bypass sul Paglia: la viabilità sulla Cassia scorre di nuovo...
stampa
04-Maggio-2017

Riapre il bypass sul Paglia: la viabilità sulla Cassia scorre di nuovo

Venerdì 5 Maggio, al termine degli ultimi lavori, il by-pass sul fiume Paglia sarà finalmente riaperto al traffico e con esso anche il tratto di strada di circa 6 km, realizzato negli anni ’60 nel quale era sopravvenuta una frana, ripristinata contemporaneamente alla realizzazione del by-pass.
La Cassia adesso sarà di nuovo percorribile senza deviazioni di sorta da parte di tutti i mezzi, allentando così il peso sulla viabilità alternativa  e con un notevole risparmio di tempo e denaro per tutti.
“Concordo con chi dice che c’è voluto  tempo per il bypass, ma purtroppo gli adempimenti burocratici e le procedure che vedono il coinvolgimento e la competenza di più enti e strutture tecnico-amministrative  non hanno aiutato - dichiara il Presidente della Provincia Fabrizio Nepi.  Un dovu-to ringraziamento va a tutti coloro che hanno, a vario titolo, seguito questa opera e il mio ringraziamento va soprattutto alla Regione Toscana che ha finanziato i lavori e ci ha permesso anche il ripristino della frana successiva con i risparmi avuti a seguito dei lavori sul by pass”.
"Il by pass  – dichiara l'assessore regionale Vincenzo Ceccarelli – è un'opera fondamentale per riaprire la Cassia a sud di Siena al traffico leggero e pesante, fino ad oggi deviato sulla viabilità provinciale.
Un intervento sul quale abbiamo investito da subito 1,5 milioni di risorse regionali ed a cui abbiamo aggiunto 150mila euro per uno studio sulla tenuta di tutti gli altri ponti lungo la Cassia senese.
Mi auguro – prosegue Ceccarelli - che il by pass porti finalmente un po' di respiro alle attività della zona, così come a tutti i residenti dei comuni limitrofi. Con la Provincia di Siena e gli enti locali abbiamo già individuato la soluzione definitiva, che è quella a nord dell'attuale ponte danneggiato, che prevede la realizzazione di un nuovo ponte con approdo in rotatoria sulla SP 24 per un costo stimato di circa 7 milioni di euro”
 “Finalmente apre il viadotto : un intervento che questo territorio aspettava da tre anni, commenta Valeria Agnelli, sindaca del Comune di San Quirico d’Orcia nonché Presidente dell’Unione dei Comuni Amiata Val d’Orcia.  Anni molto difficili per aziende, cittadini e lavoratori. Questa ferita ha rischiato di tagliare fuori questo territorio ma finalmente possiamo tornare a percorrere la cassia. Domani sarà un giorno molto importante per tutta l’area sud della provincia.”