Sei in: Home > News > Presentazione del libro di Fabio Monecchi "L'Italia delle Regioni"
CAMPAGNE Campagna di sicurezza stradale per la prevenzione degli incidenti causati da fauna selvatica redArrowVedi tutte
TEMI Francigena Mobilità dolce redArrowVedi tutti
Vetrina Immobiliare
Centri per l'impiego
Nuovo PTCP vigente
SIT - Sistema informativo territoriale
Presentazione del libro di Fabio Monecchi "L'Italia delle Regioni"
stampa
L'Italia delle Regioni 19-Novembre-2012

Presentazione del libro di Fabio Monecchi "L'Italia delle Regioni"

LA PRIMA SEDUTA NO-STOP DEL PARLAMENTO: COSI’ NACQUE L’ITALIA DELLE REGIONI

Un libro di storia che racconta la nascita dell’Italia contemporanea, un’occasione per capire come si è trasformata la società e la politica dagli anni sessanta fino ai nostri giorni.  A Siena, nell’ambito di Leggere è Volare, la festa del libro per i ragazzi, mercoledì 21 novembre alle ore 17, nella Sala dell’Aurora del Palazzo della Provincia, sarà presentato il libro di Federico Monechi,  giornalista Rai, “L’Italia delle Regioni. Dal dopoguerra alla ‘seduta fiume’ della Camera’: legge elettorale, riforma dello Stato, costi della politica”, Aska edizioni. Intervengono Simone Bezzini presidente della Provincia di Siena, Pierluigi Ballini professore di storia contemporanea dell’Università di Firenze, Donatella Cherubini professore di storia del giornalismo all’Università di Siena, e l’autore.

Federico Monechi con L’'Italia delle Regioni" racconta il percorso storico che nel 1967 portò all'approvazione della legge elettorale sulle Regioni a statuto ordinario. Un percorso segnato dal gradualismo di De Gasperi: "Bisogna evitare che il Pci adoperi le Regioni come una catapulta contro lo Stato", per arrivare alla legge del governo di centro sinistra di Moro e Nenni. Dal 17 al 31 ottobre 1967 la Camera fu impegnata nella "seduta fiume", ricordata come la più lunga della nostra storia parlamentare. La legge fu appoggiata dalla maggioranza di centrosinistra e dal Pci di Ingrao mentre i liberali di Malagodi lanciarono la battaglia ostruzionistica contro le Regioni del "sottogoverno" e il Msi di Almirante "denunciava" i costi della politica. Gli atti di archivio raccontano il dibattito sulla riforma dello Stato, in un'Italia alla ricerca della maturità istituzionale, divisa tra la paura delle "regioni rosse" e la spinta al decentramento della responsabilità politica per fare delle Regioni la comunità di base dell'Unione Europea.