Sei in: Home > News > Inaugurato il marciapiede realizzato per la messa in sicurezza dei pedoni in località Ranza
CAMPAGNE Campagna di sicurezza stradale per la prevenzione degli incidenti causati da fauna selvatica redArrowVedi tutte
TEMI Francigena Mobilità dolce redArrowVedi tutti
Vetrina Immobiliare
Centri per l'impiego
Nuovo PTCP vigente
SIT - Sistema informativo territoriale
Inaugurato il marciapiede realizzato per la messa in sicurezza dei pedoni in località Ranza
stampa
29-Giugno-2018

Inaugurato il marciapiede realizzato per la messa in sicurezza dei pedoni in località Ranza

Inaugurati oggi i lavori relativi alla messa in sicurezza dei pedoni che transitano lungo il tratto della S.P. n. 47 “di Castel San Gimignano” che collega la Casa di Reclusione in località Ranza con il relativo parcheggio.
L’intervento, del costo di 70.000 € , è stato finanziato  per il 30% dalla Provincia di Siena, per il  20% dal Comune di San Gimignano  e per il 50% dalla Regione Toscana secondo un accordo tra i tre Enti che ha portato alla realizzazione di un marciapiede sul lato opposto all’istituto, che collega il parcheggio esistente con l’accesso alla struttura, comprensivo di illuminazione pubblica nonché di un attraversamento pedonale ad alta visibilità, corredato da apposita segnaletica di prossimità e dotato di impianto di illuminazione a led autoali-mentato mediante pannello fotovoltaico.
Presenti all’inaugurazione, oltre ad Andrea Marrucci, delegato della Regione Toscana, al Presidente della Provincia Fabrizio Nepi, al sindaco di San Gimignano Giacomo Bassi e al vice sindaco Niccolo’ Guicciardini, la nuova Direttrice del Carcere Loredana Stefanelli, il Comm. Capo Davide Militello e rappresentanze dei Carabinieri, della Polizia , della Guardia di Finanza , della Polizia municipale di San Gimignano e della Polizia provinciale.

Grande soddisfazione da parte di tutti gli intervenuti, che hanno evidenziato anche il gran-de lavoro portato avanti in questi anni dall’ex direttrice del Carcere Morrone. Il plauso all’intervento è arrivato soprattutto da parte del personale che lavora nell’istituto e dei fa-miliari dei detenuti, che usufruiscono giornalmente delle misure volte alla messa in sicu-rezza dei pedoni ed alla migliore fruibilità del parcheggio a servizio dell’istituto penitenzia-rio.

La Direzione della Casa di Reclusione ha offerto, alla fine della celebrazione, un buffet pre-parato dai detenuti che, oltre a tante altre opportunità e possibilità, hanno potuto frequentare un corso di cucina, all’interno dell’istituto che li ha professionalizzati nell’arte culinaria.