Sei in: Home > News > Edilizia scolastica: lavori di sistemazione al polo scolastico di Chiusi
CAMPAGNE Campagna di sicurezza stradale per la prevenzione degli incidenti causati da fauna selvatica redArrowVedi tutte
TEMI Francigena Mobilità dolce redArrowVedi tutti
Vetrina Immobiliare
Centri per l'impiego
Terre di Siena Green
Terre di Siena
Nuovo PTCP vigente
SIT - Sistema informativo territoriale
Edilizia scolastica: lavori di sistemazione al polo scolastico di Chiusi
stampa
06-Giugno-2014

Edilizia scolastica: lavori di sistemazione al polo scolastico di Chiusi

Sarà firmato nei prossimi giorni il contratto per i lavori che interesseranno il polo scolastico di Chiusi, con la sistemazione dell’area esterna e la trasformazione di un edificio esistente in spazi polifunzionali e per le attività sportive degli studenti. Dopo un periodo di sospensione del procedimento, l’intervento promosso dalla Provincia di Siena prenderà concretezza a seguito della sentenza del Tar della Toscana, che nei giorni scorsi ha respinto il ricorso presentato contro l’amministrazione provinciale da una ditta che aveva partecipato alla gara di appalto. L’investimento complessivo, circa 930 mila euro, conta anche su un accordo di programma stipulato alcuni anni fa tra la Provincia di Siena e il Comune di Chiusi.
 

L’intervento. I lavori interesseranno l’area esterna del complesso scolastico chiusino, che riunisce scuole primarie e secondarie di secondo grado (l’Istituto per l’industria e l’artigianato “G. Marconi” e l’Istituto commerciale e per geometri “L. Einaudi”) con la sistemazione di un parcheggio da destinare anche a uso pubblico, a servizio della comunità e delle attività del vicino centro storico. Inoltre, è previsto il recupero di un immobile già esistente, che sarà utilizzato sia come palestra del polo scolastico che per attività polifunzionali.
 

“L’intervento sul polo scolastico di Chiusi - afferma il presidente della Provincia di Siena, Simone Bezzini - conferma l’impegno con cui l’amministrazione provinciale sta lavorando, fino all’ultimo giorno di mandato, per garantire la manutenzione ordinaria e straordinaria del patrimonio scolastico presente sul territorio senese. In questi giorni stiamo cercando di avviare più interventi possibili rispetto a progetti finanziati in passato. Colgo l’occasione per rinnovare l’appello al Governo affinché inserisca anche le scuole superiori nelle misure a favore dell’edilizia scolastica, con particolare riferimento a nuovi finanziamenti e all’esclusione dal patto di stabilità delle spese per investimento sulle scuole”.
 

Soddisfatto anche il sindaco di Chiusi, Stefano Scaramelli: “Ringrazio la Provincia per l’impegno e la determinazione dimostrate fino in fondo, anche in una fase come questa. Per Chiusi si tratta di un intervento significativo. Parliamo, infatti, di un progetto che dà risposte alle esigenze delle nostre scuole, ma anche ai residenti, andando a riqualificare il centro storico e ampliando la disponibilità di posti auto”.