Sei in: Home > News > Domani la S.P. 146 di Chianciano riapre al traffico. Un senso unico alternato con impianto semaforico permetterà il transito lungo la strada intere...
CAMPAGNE Campagna di sicurezza stradale per la prevenzione degli incidenti causati da fauna selvatica redArrowVedi tutte
TEMI Francigena Mobilità dolce redArrowVedi tutti
Vetrina Immobiliare
Centri per l'impiego
Nuovo PTCP vigente
SIT - Sistema informativo territoriale
Domani la S.P. 146 di Chianciano riapre al traffico. Un senso unico alternato con impianto semaforico...
stampa
12-Aprile-2018

Domani la S.P. 146 di Chianciano riapre al traffico. Un senso unico alternato con impianto semaforico permetterà il transito lungo la strada interessata da una frana poche settimane fa

Domani, 13 Aprile 2018, dalle ore 9:30 e fino al completamento dei lavori di ripristino definitivo verrà riaperta la S.P. 146 “di Chianciano” , nel tratto di strada interessato da movimento franoso al km. 18+200 circa, con un senso unico alternato regolato da impianto semaforico, con divieto di transito a tutti i veicoli aventi una massa superiore a 19 Tonnellate.
 
La strada era stata chiusa il 24 Marzo a seguito di un movimento franoso che aveva interessato in maniera rilevante il corpo stradale.
A seguito del verbale di somma urgenza redatto il giorno stesso e con il quale venivano subito affidati gli interventi di prima messa in sicurezza della sede stradale, già da domani sarà possibile ripercorrere un tratto di strada che rappresenta uno dei collegamenti principali tra i Comuni di Chianciano Terme e Montepulciano, con notevole volume di traffico anche relativo al trasporto pubblico locale e collegamento diretto con il casello autostradale di Chiusi.
 
I lavori realizzati a oggi permettono la riapertura parziale al transito veicolare del tratto interessato dal movimento franoso in quanto consistenti nell’allargamento sul lato a monte della sede stradale stessa.
 
Il transito in sicurezza è comunque garantito con la limitazione su una sola corsia di marcia e solo per talune categorie di veicoli.
 
 
Il Sindaco Andrea Marchetti afferma che “come Comune di Chianciano Terme abbiamo fin da subito evidenziato l’importanza di tale arteria, sia per la mobilità ordinaria (primo tra tutti il trasporto studentesco), che per le esigenze turistiche della nostra cittadina e di tutto il comprensorio, e siamo soddisfatti della risposta celere a fattiva avuta dalla Provincia di Siena”.
L’Assessore Damiano Rocchi prosegue affermando che “il primo necessario passo, rispettando le tempistiche, è stato effettuato. Ora ci attendiamo che con la stessa celerità sia effettuato il secondo, affinché i lavori sul lato a valle (completa stabilizzazione del movimento franoso e ripristino completo della sede viaria) possano essere realizzati in tempi rapidi e consentire entro fine maggio, primi di giugno, la riapertura totale in condizioni di sicurezza della viabilità per tutto il traffico veicolare su entrambe le corsie e sensi di Marcia”.
 
“Sono soddisfatto della soluzione temporanea attuata dalla Provincia così celermente -commenta il Sindaco di Montepulciano Andrea Rossi- e ringrazio tutti coloro che ne sono stati artefici, in primo luogo la Provincia.
I due comuni maggiormente interessati dal problema sono stati disponibili a lavorare e collaborare tra loro e con l’Ente provinciale facendo sistema e mettendo a disposizione tutte le competenze, dimostrando così che è dalla collaborazione tra Enti che si danno risposte concrete alla cittadinanza e in questo caso a una comunità fortemente penalizzata da quanto era successo.”
 
Anche il Presidente di Federalberghi Toscana Daniele Barbetti si unisce al coro: "Esprimo  i miei ringraziamenti e quelli delle aziende ricettive che operano in Valdichiana per il ripristino seppur parziale della viabilità sulla SP146, tra Chianciano e Montepulciano. L’impegno preso dal Presidente della Provincia di Siena Fabrizio Nepi è stato mantenuto sia nei tempi che nelle modalità di riapertura. Permettere il transito degli autobus è un successo importante per le attività turistiche, ma anche per i residenti della Valdichiana. Le istituzioni provinciali si trovano ad operare in un quadro di risorse particolarmente critico, e per questo va riconosciuto l’impegno straordinario che è stato profuso per risolvere seppur in via temporanea questa criticità, che rischiava di compromettere la stagione turistica. Auspichiamo che venga presto avviata l’attività per la sistemazione definitiva di un problema che si trascina da troppi anni.”
 
Conclude infine il Presidente della Provincia Fabrizio Nepi “Siamo soddisfatti di aver dato una prima risposta al territorio, come promesso. Ringrazio i tecnici della Provincia che ancora una volta hanno dimostrato massima professionalità e disponibilità, nonché responsabilità nel prendere decisioni immediate e concrete  in favore delle  comunità locali interessate, nel limite delle proprie possibilità. L’impegno della Provincia in questo senso, come dimostrato anche in questa occasione, sarà sempre massimo.”