Sei in: Home > News > Disposizioni urgenti in materia di concessioni del demanio idrico.
CAMPAGNE Campagna di sicurezza stradale per la prevenzione degli incidenti causati da fauna selvatica redArrowVedi tutte
TEMI Francigena Mobilità dolce redArrowVedi tutti
Vetrina Immobiliare
Centri per l'impiego
Nuovo PTCP vigente
SIT - Sistema informativo territoriale
Disposizioni urgenti in materia di concessioni del demanio idrico.
stampa
14-Dicembre-2016

Disposizioni urgenti in materia di concessioni del demanio idrico.

Si comunica che con legge regionale 11 novembre 2016, n. 77 (il testo è reperibile all’indirizzo http://www.regione.toscana.it/-/censimento-suolo) è stata prevista la possibilità di regolarizzare le occupazioni del demanio idrico che alla data del 1° gennaio 2016 risultavano in essere in assenza di titolo legittimo (atto di concessione).

L’opportunità di regolarizzare le occupazioni in questione riguarda i soggetti occupanti senza titolo antecedentemente alla data del 1° gennaio 2016 che:

·avevano già in passato presentato istanza di concessione all’amministrazione competente, ma non avevano ancora ottenuto l’atto di concessione;

·hanno regolarmente versato gli importi richiesti dall’amministrazione competente, indipendentemente dalla presentazione o meno di una istanza di concessione.

Al fine di regolarizzare le suddette posizioni è necessario effettuare i seguenti adempimenti:

comunicare allo scrivente Genio Civile i dati necessari per il rilascio della concessione, secondo quanto previsto nell’avviso pubblicato sul sito della Regione

Toscana all’indirizzo http://www.regione.toscana.it/-/censimento-suolo, avvalendosi delle schede da scaricare alla medesima pagina e procedendo alla loro compilazione.

Qualora sia già stato provveduto all’inserimento on line dei dati richiesti o all’invio delle schede cartacee, mediante l’applicativo web reso disponibile dalla Regione sino al 16 ottobre 2016, detta comunicazione resta valida e non dovrà essere ripetuta;

· trasmettere l’attestazione dei versamenti delle somme richieste dalla Provincia relative al quinquennio precedente 2011-2015;

· pagare la somma relativa all'occupazione di fatto per l'anno 2016, pari a € 3.490,00, mediante bonifico su conto corrente postale intestato a Regione Toscana codice IBAN

IT41 X 07601 02800 001031581018, entro il 31 dicembre 2016, indicando nella causale:

Indennizzo 2016, C.F. 80001130527“. Tale versamento, calcolato in misura pari al valore minimo, stabilito in funzione dell’uso del bene demaniale in questione con D.G.R.T. 1138/2016, è a titolo di acconto e sarà soggetto a conguaglio entro il 31 dicembre 2017, ai sensi dell'articolo 1, comma 13, della L.R. 77/2016. Il pagamento non ha comunque effetti sananti le opere e i manufatti realizzati, né costituisce titolo per il rilascio della concessione;

· pagare l'indennizzo per l’occupazione di fatto antecedente al 1° gennaio 2016 e sino a cinque annualità, mediante bonifico su conto corrente postale intestato a Regione Toscana codice IBAN IT20 L 07601 02800 000030030506, indicando nella causale:

Indennizzo 2011-2015 e C.F. 80001130527” entro il 31 dicembre 2016. Per i soggetti che HANNO regolarmente effettuato i pagamenti pregressi richiesti dalle amministrazioni provinciali l’indennizzo è calcolato in misura pari al 20% di quanto già corrisposto. L’importo non è dovuto qualora i soggetti in questione abbiano già provveduto al pagamento nel corso dell’anno 2016. Per i soggetti che NON HANNO regolarmente effettuato i pagamenti pregressi richiesti dalle amministrazioni provinciali l’indennizzo è invece calcolato per ogni anno di occupazione senza titolo in misura pari al valore minimo, stabilito in funzione dell’uso del bene demaniale in questione con D.G.R.T. 1138/2016, maggiorato del 20%. La regolarizzazione entro il 31 dicembre 2016 è condizione ai fini del rilascio della concessione.

Ai sensi della L.R. 77/2016 l'imposta regionale sulle concessioni del demanio idrico sarà versata entro il 31 dicembre 2017.

La scheda compilata e le attestazioni dei versamenti dovranno essere inviate entro il 30 gennaio 2017, con una delle seguenti modalità:

- a mezzo posta, all’indirizzo dello scrivente Settore Genio Civile: Piazzale Rosselli, 23 Siena;

- per posta elettronica, all’indirizzo dello scrivente Settore Genio Civile  geniocivile.toscanasud@regione.toscana.it;

- tramite consegna a mano presso gli uffici dello scrivente Settore Genio Civile.

Per ulteriori informazioni contattare l’Ufficio Relazioni con il Pubblico della Regione Toscana (numero verde: 800 86 0070), con orario: dal lunedì al venerdì 9.00-18.00,

escluso il martedì 9.00-13.30, oppure tramite mail all’indirizzo geniocivile.toscanasud@regione.toscana.it.