Sei in: Home > News > Cassia, gara più vicina. La Regione si impegna per 10,5 milioni
CAMPAGNE Campagna di sicurezza stradale per la prevenzione degli incidenti causati da fauna selvatica redArrowVedi tutte
TEMI Francigena Mobilità dolce redArrowVedi tutti
Vetrina Immobiliare
Centri per l'impiego
Terre di Siena Green
Terre di Siena
Nuovo PTCP vigente
SIT - Sistema informativo territoriale
Cassia, gara più vicina. La Regione si impegna per 10,5 milioni...
stampa
10-Giugno-2014

Cassia, gara più vicina. La Regione si impegna per 10,5 milioni

Ammontano a oltre 10 milioni di euro le risorse che la Regione Toscana si è impegnata a stanziare per consentire di rimettere a gara i lavori della variante alla Srt 2 Cassia tra More di Cuna e Monsindoli. E’ quanto è emerso dall’incontro che si è tenuto oggi, martedì 10 giugno, a Firenze in occasione della Conferenza Regione – Province e Anci sul monitoraggio e lo stato di attuazione del programma pluriennale degli investimenti sulla viabilità di interesse regionale. All’incontro era presente Gabriele Berni, nella doppia veste di assessore provinciale e sindaco di Monteroni d'Arbia.

 

“In occasione dell’incontro - sottolineano il presidente della Provincia di Siena, Simone Bezzini e il vicepresidente e assessore ai lavori pubblici, Alessandro Pinciani - si è concordato l’impegno della Regione per proseguire la realizzazione dell’opera. Parliamo di un finanziamento di 10,5 milioni di euro, fondamentali per integrare le risorse già a bilancio e che permetteranno di completare il primo stralcio, relativo al tratto più a sud, verso Monteroni d’Arbia, comprensivo anche dello svincolo di Isola d’Arbia. Le nuove opere di comple-tamento sono state divise in due stralci progettuali per opportunità esecutiva e finanziaria: prima saranno completati i lotti già in avanzata realizzazione e, successivamente, daremo corso al compimento dell’altro, per il quale serviranno altri 18 milioni di euro”.

 

“Adesso - spiegano Bezzini e Pinciani - attendiamo l’approvazione della delibera da parte della Giunta regionale toscana, che renderà effettivo lo stanziamento disponibile per le approvazioni finali del progetto e, successivamente, l’indizione della gara. Rispetto alla tempistica annunciata alcuni mesi fa il ritardo c’è stato, ma va imputato solo ed esclusivamente alle restrizioni sulle normative legate al patto di stabilità regionale. Sento di poter dire che tutti i soggetti in campo, dai vertici amministrativi agli uffici, hanno fatto il massimo per far ripartire quest’opera. L’obiettivo, una volta ufficializzato il finanziamento, sarà quello di affrontare tutti i passaggi necessari sul piano tecnico e giuridico per riavviare, in tempi ragionevolmente brevi, la procedura di gara. Alla Regione Toscana - concludono Bezzini e Pinciani - va il ringraziamento della Provincia per l’attenzione e l’impegno che sta dedicando a quest’opera fondamentale per il nostro territorio e la nostra comunità”.

 

“L’incontro - commenta anche Gabriele Berni, assessore provinciale e sindaco di Monteroni d’Arbia - ha dato una svolta positiva per il completamento di un’opera molto attesa dalla comunità locale. Adesso attendiamo la delibera definitiva che darà concretezza all’importante impegno della Regione, permettendo finalmente di riprendere l’iter di aggiudicazione dei lavori per dare prima possibile risposte ai cittadini e al territorio della Valdarbia”.