Sei in: Home > News > Buona partecipazione alla giornata di mobilitazione indetta dall’Upi per difendere servizi e sicurezza.
CAMPAGNE Campagna di sicurezza stradale per la prevenzione degli incidenti causati da fauna selvatica redArrowVedi tutte
TEMI Francigena Mobilità dolce redArrowVedi tutti
Vetrina Immobiliare
SIT - Sistema informativo territoriale
Nuovo PTCP vigente
Centri per l'impiego
Buona partecipazione alla giornata di mobilitazione indetta dall’Upi per difendere servizi e sicurezza.
stampa
24-Marzo-2017

Buona partecipazione alla giornata di mobilitazione indetta dall’Upi per difendere servizi e sicurezza.

Anche presso  la Provincia di Siena si è svolta oggi la giornata di mobilitazione indetta dall’Upi per difendere servizi e sicurezza. Il Presidente Nepi,  dopo aver presentato un esposto cautelativo alla Procura della Repubblica, ha incontrato le forze economiche e so-ciali del territorio, i sindaci, i dirigenti scolastici provinciali, i consiglieri regionali, i sindacati, per far comprendere i rischi per la sicurezza che derivano dalla mancanza di risorse per i servizi essenziali.
Nel corso del dibattito, molti gli interventi costruttivi atti a ribadire la necessità di risorse ma anche quella di ridisegnare i confini, le competenze e il ruolo dell’Ente provincia, de-pauperato non solo delle risorse economiche ma anche di quelle competenze che lo ren-devano ente prossimo al cittadino.
Da molte associazioni è stato evidenziato lo stato di “solitudine” nel non riuscire più ad in-dividuare un interlocutore capace di dare risposte e in tempi rapidi e certi.
Al termine dell’incontro è stato elaborato un documento di solidarietà nei confronti della Provincia e di denuncia rispetto alla difficile e pericolosa situazione in cui si trova ad opera-re.
Il documento, inviato a tutti i soggetti per chiederne la sottoscrizione, verrà poi indirizzato al Prefetto al fine di chiedere che il Governo prenda atto della drammatica situazione delle province italiane e che intervenga quanto prima per ricercare le risorse minime ma neces-sarie affinché le province possano svolgere le proprie funzioni, così fondamentali per il ter-ritorio e per la sicurezza dei cittadini e degli studenti.