RESPONSABILI
Comandante
Dirigente ad interim
CAMPAGNE Campagna di sicurezza stradale per la prevenzione degli incidenti causati da fauna selvatica redArrowVedi tutte
TEMI Francigena Mobilità dolce redArrowVedi tutti
Vetrina Immobiliare
Centri per l'impiego
Nuovo PTCP vigente
SIT - Sistema informativo territoriale
Polizia provinciale
stampa

Caccia in mobilità

Fucili, richiami e altro

Ogni cacciatore ha diritto ad un proprio ambito territoriale di caccia denominato ATC di residenza venatoria.
 

Ogni cacciatore può chiedere l'iscrizione ad ATC diversi da quello di residenza venatoria, denominati ulteriori ATC. L’iscrizione all’ulteriore ATC è comprovata dal possesso della ricevuta di pagamento della quota di iscrizione effettuata con bollettino postale prestampato oppure con bollettino non prestampato vidimato dall’ATC. Le giornate di caccia effettuate negli ulteriori ATC sono annotate sul tesserino venatorio negli appositi spazi.

I cacciatori provenienti da altre regioni possono chiedere l'iscrizione a un solo ATC della Toscana. L'iscrizione a un ATC della Toscana come residenza venatoria presuppone la rinuncia all'ATC di residenza della propria regione e consente la caccia in mobilità. La caccia anticipata alla selvaggina migratoria (preapertura) può essere esercitata esclusivamente nell'ATC di residenza venatoria.

 

Mobilità dei cacciatori residenti in Toscana

Dal 1° ottobre al termine della stagione venatoria i cacciatori residenti in Toscana e iscritti a un massimo di due ATC sul territorio regionale possono esercitare la caccia in mobilità al cinghiale in battuta e alla selvaggina migratoria da appostamento per un massimo di venti giornate in ATC della Toscana diversi da quelli a cui sono iscritti senza l’utilizzo del sistema regionale di prenotazione venatoria .

Ogni cacciatore può acquistare presso l’ATC e previo pagamento di 26 euro, un pacchetto di cinque giornate da utilizzare per la caccia vagante alla selvaggina migratoria e alla selvaggina stanziale esclusi gli ungulati. Il pacchetto è utilizzabile a partire dal 1° ottobre in ATC della Toscana diversi da quelli in cui il cacciatore è iscritto utilizzando il sistema regionale di prenotazione venatoria (Istruzioni per la mobilità).

Le giornate di caccia in mobilità devono essere segnate sul tesserino venatorio regionale.

I cacciatori che hanno optato per la caccia da appostamento fisso in via esclusiva possono esercitare tale attività in un ATC diverso da quello di residenza venatoria senza necessità di provvedere a ulteriori iscrizioni, a partire dal primo giorno utile di caccia. Essi possono, inoltre, svolgere dieci giornate di caccia alla selvaggina migratoria da appostamento temporaneo negli ATC toscani a partire dal 1° ottobre. Le giornate di caccia in mobilità devono essere segnate sul tesserino venatorio regionale. 

 

Mobilità dei cacciatori non residenti in Toscana

A partire dal 1° ottobre di ogni anno è consentito ai cacciatori non residenti in Toscana, con il sistema regionale di prenotazione - di cui all'articolo 30 e tenuto conto degli accordi fra la Regione Toscana e le altre Regioni, in particolare con quelle confinanti - l'accesso giornaliero per la caccia alla migratoria da appostamento o per la caccia agli ungulati.

I cacciatori non residenti in Toscana devono richiedere l’attribuzione del codice personale per l'accesso al sistema regionale di prenotazione venatoria tramite collegamento informatico all’apposito sito web regionale. I codici personali assegnati sono validi anche per le stagioni venatorie successive. 

 

Entra nel portale della Regione Toscana per le istruzioni sulla mobilità

 

Contenuto aggiornato al: 20/02/2012 15:51