Sei in: Home > Aree tematiche > Aree Trasferite in Regione > Welfare > Osservatorio sociale provinciale > Rete regionale degli osservatori sociali
RESPONSABILI
CAMPAGNE Campagna di sicurezza stradale per la prevenzione degli incidenti causati da fauna selvatica redArrowVedi tutte
TEMI Francigena Mobilità dolce redArrowVedi tutti
Vetrina Immobiliare
SIT - Sistema informativo territoriale
Nuovo PTCP vigente
Centri per l'impiego
Aree Trasferite in Regione
stampa

Rete regionale degli osservatori sociali

Dal 2009 il ruolo dell’Osservatorio sociale provinciale è sempre più intensamente connesso con la Rete degli Osservatori sociali toscani, composta dall’Osservatorio sociale regionale (Osr) - che svolge una funzione di coordinamento - e dai dieci Osservatori sociali provinciali.

 

La Rete lavora sulla base di un documento programmatico annuale denominato Piano di lavoro concertato (Plc) ed è organizzata in diversi gruppi di lavoro:

  • indicatori e supporto alla programmazione (coordinatore Osp Arezzo);
  • violenza di genere (coordinatore Osp Pisa);
  • immigrazione (coordinatori Provincia di Siena e Osr Toscana);
  • povertà ed esclusione sociale (coordinatori Asel Ricerche e Osp Prato);
  • progettazione europea (coordinatori Provincia di Grosseto e Simurg Ricerche);
  • condizione abitativa (coordinatori Regione Toscana e Fondazione Michelucci); 

I “tavoli” corrispondono a tematiche considerate di interesse prioritario per le politiche sociali regionali e provinciali; gli ambiti di intervento della Rete, però, sono più numerosi e comprendono anche: famiglie e minori; giovani; disabilità; dipendenze; anziani; salute mentale e terzo settore. 

 

I link utili

Osservatorio Sociale Regionale

Osservatorio Arezzo

Osservatorio Firenze

Osservatorio Grosseto

Osservatorio Livorno

Osservatorio Lucca

Osservatorio Massa Carrara

Osservatorio Pisa

Osservatorio Pistoia

Osservatorio Prato

 

Contenuto aggiornato al: 03/02/2012 14:39