Social

iten
  • 1.jpg
  • 2.jpg
  • 3.jpg
  • 4.jpg

 

La Toscana resta zona rossa almeno fino al 20 aprile. Vediamo nel dettaglio le attività che rimarranno aperte e quelle che chiudono,  cosa si può fare in zona rossa e cosa no; asporto bar e ristoranti, spostamenti, seconde case, scuola e attività motoria

Attività chiuse e aperte

Le attività che chiudono (elenco in ordine alfabetico)

Abbigliamento; Barbieri; Centri estetici; Parrucchieri;

Le attività che rimangono aperte (elenco in ordine alfabetico)

Alimentari; calzature e confezioni per bambini; cartolerie; cosmetici; edicole; elettronica; erboristerie; detersivi; Farmacie; Ferramenta; fiori e piante; intimo; lavanderie; librerie; onoranze funebri; profumerie; saponi; Supermercati; tabaccai; vendita di articoli sportivi, biciclette e articoli per il tempo libero.

 

Bar e ristoranti

E’ vietato consumare sia cibi che bevande all’interno e nelle vicinanze di tutte le attività di ristorazione (bar, ristoranti, gelaterie pasticcerie).

La vendita da asporto è consentita dalle 5 alle 18

Dalle 18 alle 22 l’asporto è vietato ai soggetti che svolgono come attività prevalente quella di bar senza cucina.

Per quanto riguarda la consegna a domicilio, questa è consentita senza limiti di orario.

 

Spostamenti

Modello autocertificazione in formato PDF

Sono vietati tutti gli spostamenti all’interno del proprio Comune ad eccezione di: motivi di lavoro, salute o necessità (autocertificazione obbligatoria).

Fino al 2 aprile e il giorno 6 aprile sono vietati tutti gli spostamenti per far visita a parenti autosufficienti e amici.

Nei giorni 3-4-5 aprile è consentito spostarsi una sola volta al giorno,  verso un’altra abitazione privata abitata della stessa Regione, in orario compreso tra le 5 e le 22.

Il limite massimo per questi spostamenti e di due persone.

Sono invece vietati gli spostamenti nelle seconde case per chi proviene da fuori Toscana.

Scuola

Aperte in zona rossa le scuole elementari e la prima media

Didattica a distanza per gli alunni delle superiori e di seconda e terza media.

 

Attività motoria, passeggiate:

E’ consentito praticare attività motoria all’aperto solo in prossimità della propria abitazione e se svolta in maniera individuale.

E’ sempre obbligatorio rispettare le distanze di sicurezza ed indossare la mascherina.

Si ricorda che le passeggiate sono considerate attività motoria, pertanto è consentito fare passeggiate (sempre nel rispetto delle norme anti contagio) ma solamente in prossimità della propria abitazione.