Mostra "VINO fra mito e storia"
Sei in: Home > Mostra "VINO fra mito e storia"
CAMPAGNE Campagna di sicurezza stradale per la prevenzione degli incidenti causati da fauna selvatica redArrowVedi tutte
TEMI Francigena Mobilità dolce redArrowVedi tutti
Siena Capitale Europea della Cultura  - Città candidata
Centri per l'impiego
Terre di Siena Green
Terre di Siena
Nuovo PTCP vigente
SIT - Sistema informativo territoriale
TAG Toscana Area Giovani
Mostra "VINO fra mito e storia"
stampa

Mostra "VINO fra mito e storia"

24 NOVEMBRE 2012 | 5 MAGGIO 2013

 

Un viaggio alla scoperta delle radici della cultura del vino nelle terre di Siena, conosciute in tutto il mondo per le eccellenze enologiche e il legame autentico con la coltura della vite e la produzione vitivinicola. E’ la mostra diffusa “Vino fra mito e storia”, promossa da Provincia di Siena e Soprintendenza per i Beni Archeologici della Toscana, visitabile fino al 5 maggio 2013.

 

Nel cuore vitivinicolo delle terre di Siena. La mostra, un itinerario nell’antichità attorno alla vite e al vino, è organizzata come evento diffuso: il nucleo principale è a Siena, nella sede di Enoteca Italiana, dove sarà allestito un percorso espositivo sulla storia del vino. Sempre nella città del Palio, nei suggestivi ambienti del Santa Maria della Scala, dove è ospitato il Museo Archeologico Nazionale di Siena, è in mostra un oggetto unico, il cinerario di Montescudaio. I cinque territori maggiormente rappresentativi dell’eccellenza vitivinicola delle terre di Siena ospitano le mostre collaterali, integrate nelle collezioni permanenti dei musei: Castellina in Chianti, nel Museo Archeologico del Chianti Senese; Castelnuovo Berardenga, nel Museo del Paesaggio; Montalcino, nel Museo Civico e Diocesano; Montepulciano, nel Museo Civico Pinacoteca Crociani e San Gimignano, nel Museo Archeologico e Spezieria di Santa Fina.

 

In mostra l’evolversi della cultura del vino. In luoghi indissolubilmente legati al mondo vitivinicolo, i visitatori saranno guidati a ripercorre, attraverso le testimonianza archeologiche, le tappe fondamentali dell’evolversi della cultura del vino in tutto il bacino del Mediterraneo e, in particolar modo, sul territorio toscano e su quello della provincia di Siena, dove si producono eccellenze enologiche tra le più qualificate e note nel mondo. Tappe di un lungo viaggio che, partito più di cinquemila anni fa nel vicino Oriente, passando per i Greci, i Romani e gli Etruschi, arriva fino all’Italia medievale e moderna. Numerosi oggetti in mostra ne portano testimonianza: vasi e utensili in bronzo, ma anche urne dove i defunti sono raffigurati sdraiati a banchetto e, per i visitatori più curiosi, la ricostruzione di un triclinium romano, completo di tutti gli arredi. Nella mostra - curata da Giuseppina Carlotta Cianferoni, direttore del Museo Archeologico Nazionale di Siena - sarà esposta per la prima volta anche parte di un corredo funebre rinvenuto nella necropoli di Bosco Le Pici, a Castelnuovo Berardenga.

 

“Narrare il vino fra mito e storia”- Gli eventi in mostra.  Tre tappe insolite e coinvolgenti tra frammenti di cultura materiale, testimonianze letterarie e raffinati abbinamenti enogastronomici. Sono gli appuntamenti del ciclo “Narrare il vino fra mito e storia” curati da ARA, la Cooperativa Archeologica che ha realizzato l’esposizione, per conoscere meglio storia e mito del vino attraverso il racconto dell’archeologia, i canti dei poeti e le pagine dei grandi autori del passato. La mostra continuerà a coinvolgere gli ospiti svelando al visitatore il significato del vino per gli antichi: come bevanda d’amore, come succo di vita che eleva l’uomo fino agli dèi, come compagno di allegri convivi sulla tavola dei ricchi e dei poveri. 

 

La prima tappa dal titolo Il vino l’amore e la seduzione è in programma per la giornata più romantica dell’anno, il 14 febbraio. Per San Valentino, gli innamorati potranno ripercorrere, attraverso le testimonianze archeologiche, l’evolversi della millenaria cultura del vino. Un lungo viaggio partito più di cinquemila anni fa nel vicino Oriente, che arriva fino all’Italia medievale e moderna passando per i Greci, i Romani e gli Etruschi. Ad accompagnarli nella visita la lettura di brani e poesie legate al vino come bevanda d’amore. La voce narrante è quella di Giuseppina Carlotta Cianferoni, curatrice della mostra e direttore del Museo Archeologico Nazionale di Siena. Gli innamorati, dopo aver concluso la visita, potranno cenare a lume di candela nelle calde atmosfere della sede di Enoteca Italiana con i migliori vini abbinati agli originali piatti proposti dallo chef del ristorante Millevini Alberto Degortes, ispirandosi ai gusti e alle ricette degli antichi. 

 

A seguire sabato 16 febbraio, presso il Complesso Museale del Santa Maria della Scala, negli spazi del Museo Archeologico Nazionale di Siena, un'altra piacevole iniziativa: a sottolineare la presenza del celebre cinerario di Montescudaio, ospite di riguardo della mostra Vino fra mito e storia, Enoteca Italiana curerà una degustazione offerta dal Consorzio Vini Doc Montescudaio (dalle ore 12 alle ore 20). L'iniziativa sarà completata da quattro brevi visite guidate dedicate sia al cinerario di Montescudaio che alla mostra didattica "Simposio Etrusco", allestita nella Sala Stretta del complesso museale, all'interno del progetto "Terre degli Etruschi", promosso dalla Regione Toscana e attualmente coordinato dalla Provincia di Grosseto. In occasione dell'evento, il Museo Archeologico, attualmente visitabile su prenotazione, sarà aperto con visita libera dalle ore 15 alle ore 18. Le visite si svolgeranno alle ore 15; 16.30; 17.45; 19. 

 

Gli incontri “Narrare il vino fra mito e storia” presso la sede di Enoteca Italiana torneranno sabato 16 marzo, con Il vino degli dèi e degli eroi, e venerdì 26 aprile, con Il vino: dalla vite alla tavola. Ogni appuntamento prevede una visita guidata all’interno del percorso di mostra, la lettura di brani scelti e la cena a tema presso il ristorante Millevini dell’Enoteca. Per informazioni e prenotazioni sugli incontri “Narrare il vino fra mito e storia” è possibile contattare la sede di Enoteca Italiana al numero 0577 228843 o scrivere una email a enoteca@enoteca-italiana.it.

 

La mostra è gratuita nella sede di Enoteca Italiana, compresa nel prezzo del biglietto presso i cinque Musei.

 

 

redArrow Depliant mostra 'VINO fra mito e storia"  (dimensione: 883kb | data aggiornamento: 17/11/2012 12:55) redArrow Scopri il percorso della mostra  (dimensione: 240kb | data aggiornamento: 21/11/2012 08:39)

 

 

Info e contatti

 

LE SEDI

 

Enoteca Italiana
Siena, Fortezza Medicea, Piazza Libertà, 1
tel: 0577 228843 | fax: 0577 228888
enoteca@enoteca-italiana.it
dal lunedì al sabato ore 12.00 - 19.00
Ingresso gratuito 
 

Complesso Museale Santa Maria della Scala
Siena, Piazza Duomo, 1
tel: 0577 534511 | 0577 534571 | fax: 0577 534510
infoscala@comune.siena.it
tutti i giorni ore 11.00 - 16.00
Ingresso compreso nel biglietto 

 

Museo Archeologico del Chianti Senese
Castellina in Chianti, Piazza del Comune 17
tel: 0577 742090 | 0577 741388 |info@museoarcheologicochianti.it
apertura aprile - ottobre
tutti i giorni ore 11.00 - 19.00
apertura novembre - marzo
sabato e domenica ore 10.00 - 17.00
Ingresso compreso nel biglietto
 

Museo del Paesaggio
Castelnuovo Berardenga, Via Chianti, 59
tel: 0577 352035 | direttore.museopaesaggio@museisenesi.org
apertura aprile-ottobre
da giovedì a sabato ore 10.00-13.00
domenica ore 10.00-13.00/15.00-18.00
apertura novembre-marzo
sabato e domenica ore 10.00-13.00
Ingresso compreso nel biglietto 

 

Musei di Montalcino, Raccolta Archeologica, Medievale, Moderna
Montalcino, Via Ricasoli, 31
tel: 0577 846014 | 0577 849331
apertura estiva e invernale
da martedì a domenica ore 10.00 - 13.00/14.00 - 17.50
chiuso il lunedì (se non festivo)
Ingresso compreso nel biglietto 

 

Museo Civico Pinacoteca Crociani
Montepulciano, Palazzo Neri Orselli, Via Ricci, 10
tel: 0578 717300 | civico.museo@libero.it
apertura novembre*- dicembre*- gennaio*- febbraio
sabato e domenica ore 10.00-13.00/15.00-18.00
* 1 novembre - 23 dicembre - 6 gennaio ore 10.00-13.00/15.00-18.00
marzo – aprile – maggio - ottobre
da martedì a domenica ore 10.00-13.00/15.00-18.00
Ingresso compreso nel biglietto

 

Museo Archeologico, Spezieria di Santa Fina, Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea “Raffaele De Grada”
San Gimignano, Via Folgore, 11
tel: 0577 940348 | musei@comune.sangimignano.si.it
apertura 1 novembre - 6 gennaio
tutti i giorni ore 14.00 - 18.00
7 gennaio - 28 febbraio chiuso
1 marzo - 28 marzo
tutti i giorni ore 14.00 - 18.00
29 marzo - 30 settembre
tutti i giorni ore 11.00 - 17.30
Ingresso compreso nel biglietto

 

INFO

 

Informazioni e prenotazioni servizi turistici
Siena tel. 0577 280551 | incoming@terresiena.it
Chianciano Terme tel. 0578 671122 | prenota@terresiena.it

 

 

Alcuni oggetti in mostra

 

Contenuto aggiornato al: 31/01/2013 17:19